[vc_column_text pb_margin_bottom=”no” pb_border_bottom=”no” width=”1/1″ el_position=”first last”]

1) La lavorazione ha inizio con il taglio delle tavolette dai fogli di acetato che successivamente vengono lavorate ai pantografi.

2) Uno specifico settore all’interno dell’azienda si occupa dell’appronto delle aste dove non esiste l’automatismo totale, ma l’apporto della mano dell’uomo è fondamentale.

3) I frontali e le aste, dopo numerose lavorazioni di finitura, vengono sottoposte alla burattatura in tutte
le sue fasi il cui ciclo totale è di 5 giorni.

4) Dopo le fasi di burattatura vengono inserite a caldo le cerniere sui frontali con macchine automatiche, successivamente si procede all’assemblaggio dei frontali con le aste, anche questa operazione avviene rigorosamente a mano.

5) Il raccordo muso asta viene eseguito uno per uno alle ruote da personale qualificato, lo stesso dicasi per la lucidatura e la brillantatura, punto di eccellenza dell’azienda, grazie alla consolidata esperienza del personale.

A questo punto l’ occhiale e’ … quasi completo.

6) Viene sottoposto a punzonatura con nastro a caldo come usava gli anni cinquanta.

7) Montaggio lenti e registratura con operatori altamente qualificati.

8) L’ultima fase, il controllo qualità, passa unicamente fra le mani esperte dei responsabili addetti al C.Q., se il prodotto e’ considerato perfetto, viene confezionato e preparato per la spedizione.

Tutto questo per realizzare un occhiale di alta qualità artigiana che venga incontro alle esigenze di ogni cliente. E’ in questo modo che produciamo occhiali Made in Italy dal 1976.

[/vc_column_text]